Verniciatura a spruzzo Milano

verniciatura a spruzzoLa verniciatura a spruzzo è uno dei tanti servizi offerti dalla ditta Fusha Color a Milano e Provincia per tutti quei clienti che desiderano una colorazione veloce, pratica e al tempo stesso originale.

Si rende idonea per tinteggiare le pareti di casa, per i mobili, le porte, i termosifoni e persino altri oggetti in metallo e legno interni o esterni all’abitazione. É adatta anche per le inferriate e per le ringhiere, perché fornisce e crea una reale barriera protettiva dagli agenti atmosferici, procrastinando di molto l’effetto ruggine dato dal processo di ossidazione, ad esempio del ferro.

La verniciatura del legno a spruzzo crea un bellissimo effetto, delicato e protettivo. Il legno andrà comunque preparato come di consueto, dovrà essere sgrassato e carteggiato per rimuovere la vecchia vernice, poi sverniciato con appositi prodotti chimici. In seguito basterà levigarlo, spolverarlo accuratamente e l’imbianchino sarà pronto a procedere con la tinteggiatura a spruzzo.

É davvero ottima per il legno, perché mentre la pistola spolverizza la vernice in modo uniforme, agisce otturando perfettamente i pori del legno. Si va a creare una pellicola protettiva che risulta idonea per la protezione dagli agenti atmosferici e dona al mobile un effetto estetico pressoché migliore e completamente rinnovato.

Con la verniciatura a spruzzo, un bravo imbianchino, sarà in grado di regalare ai muri o ai vostri oggetti, uno stile nuovo e restaurato in brevissimo tempo e con un basso impiego di materiali necessari. É un metodo che permette di trasferire la vernice direttamente sulla superficie da colorare senza contatto tra strumento e parete (o oggetto), come avviene invece per le verniciature con rullo e pennello. Si avranno a disposizione tutte le colorazioni possibili per far sì che l’effetto sia quello desiderato, a condizione che l’ambiente di lavoro sia molto ben areato perché il metodo di trasferimento è proprio l’aria. Vien da sè che le particelle di vernice si dissolvono nell’atmosfera circostante a grande velocità, a differenza delle tradizionali pitture, è pertanto basilare prendere precauzioni quali finestre aperte e mascherine protettive. A questo punto, dare il via all’opera sarà semplice, rapido, economico e con l’ulteriore vantaggio di ottenere un risultato dalle finiture perfette.

La pittura a spruzzo, anche detta pneumatica, si pone in opera tramite pistola ad aria compressa che spara tintura o vernice. La pittura esce, ovviamente, polverizzata donando quell’estetico effetto tipico di questa tecnica. Inizialmente bisognerà procedere con le conosciute fasi preliminari, quindi la parete da trattare andrà levigata con apposita carta vetrata. Se presenti dei buchi o dei fori, andranno preventivamente stuccati. Solo dopo aver reso la parete liscia e uniforme si potrà iniziare con le prime applicazioni di vernice, il tutto andrà fatto in modo veloce e a vernice fresca. Si compiono, con la pistola ad aria compressa, dei movimenti orizzontali sempre dall’interno verso l’esterno e s’inizia dai bordi. Le finiture avvengono in maniera ottimale grazie all’utilizzo del viscosimetro che regola proprio la viscosità della pittura, ne facilita la stesura e la rende perfettamente adattabile alla parete.

La verniciatura a spruzzo è perfetta anche per le porte, che andranno smontate, private delle maniglie e poste in posizione orizzontale così da assicurare un’adesione idonea della vernice polverizzata. Quasi lo stesso procedimento per i termosifoni, che andranno smontati e tappati i raccordi prima d’iniziare, o per le finestre che necessiteranno di nastri isolanti come schermi protettivi per i vetri.

La tecnica di verniciatura a spruzzo come abbiamo visto si avvale di un innovativo sistema di trasferimento della pittura, come se venisse letteralmente soffiata sulle superfici. Non crea effetti bucciati come il rullo e neppure le righe tipiche del pennello, lo spruzzo disperde abbastanza uniformemente e al tempo stesso, una volta depositata la vernice, NON ne permette lo spostamento. Per questo è necessario affidarsi a una ditta specializzata in grado di effettuare il servizio nel miglior modo possibile, perché la tecnica è tanto efficace e originale quanto minuziosa e precisa.

La pistola ad aria compressa andrà regolata in maniera ottimale secondo i parametri relativi alla superficie che si deve verniciare: dimensione ugello, pressione che si vuol dare allo spruzzo e quantitativo d’aria. Per stabilire questi parametri bisogna prima decidere quale vernice utilizzare, ognuna avrà adattabilità e tempi di asciugatura diversi. Si può optare per pitture acriliche, emulsioni e poliuretani, ognuna di queste andrà opportunamente preparata tramite diluenti specifici che richiederanno fra i 13 e i 40 secondi per agire in base al tipo di pittura scelto. Questa fase non è da sottovalutare perché una vernice troppo densa provocherà un effetto decisamente rugoso sulla parete o superficie che sia, al contrario, una pittura troppo fluida, non aderirà proprio.